Il circolo Pickwicki

Mi è sempre piaciuto molto leggere e discutere di libri, in alcuni momenti – confesso – ho temuto che il dilagare di internet avrebbe senza ombra di dubbio assottigliato il popolo delle biblioteche e dei feticisti della carta, quelli che come me adorano respirare la colla fresca di stampa o contemplano le costole allineate dei libri nello scaffale di casa.

Invece mi sono ricreduta non una ma cento volte. Internet è il valore aggiunto per la lettura.

Me ne sono convinta proprio oggi scoprendo grazie a Wired un portale interamente incentrato sui libri, con una visione lettore-centrico come obiettivo.

Il nome rievoca un noto romanzo di Dickens in lingua web 2.0: Pickwicki e si tratta di una community in cui puoi ricercare e aggiungere testi e recensioni, creare il tuo scaffale personale, discutere con altri di svariati argomenti legati ad un libro o ad un argomento letterario.

Per il momento nulla di nuovo rispetto ad altri social network tipo Anobi, invece c’è qualcosa in più. Il mondo della lettura qui è affrontato a 360° coinvolge il lettore e lo rende protagonista perchè può pubblicare i propri racconti e farli leggere a chiunque, conoscere gli eventi letterari sparsi per lo stivale ed aggiungerne di nuovi eventualmente. Infine può acquistare i libri nelle librerie che fanno parte della rete o entrare a farne parte sostenendo soprattutto le piccole realtà locali.

E per una volta è un’idea tutta italiana.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...